OmeopaticiLabFarmacia1

 

 

Il ricorso alle preparazioni galeniche è un'opportunità in più per garantire ai pazienti l'accesso alle terapie prescritte, essendo il farmacista preparatore in grado di allestire un preparato personalizzato per rispondere a esigenze terapeutiche specifiche e a mancanze -anche temporanee- del prodotto industriale. Il corso si propone di formare i farmacisti nell'attività di preparazione di medicinali omeopatici nel laboratorio della farmacia.

logo sifapDopo l’analisi dell’albero decisionale e la risoluzione della matrice, si ottiene la “valutazione del rischio”, espressa come valore numerico, che indica al preparatore il sistema di qualità da utilizzare, cioè gli accorgimenti tecnici da mettere in atto per garantire la sicurezza e la qualità del singolo preparato magistrale

cpr2

Una corretta attività di formulazione prevede un'appropriata scelta degli eccipienti da utilizzare, quali per esempio disgreganti, tensioattivi e diluenti e deve essere finalizzata al raggiungimento di una soddisfacente biodisponibilità dell'attivo

LABORATORIO

Il laboratorio galenico da spazio obbligatorio a servizio ... fino a diventare risorsa economica.


Riferimenti normativi: il preparato magistrale ed il preparato salutistici
Formulazione di preparati salutistici nel sovrappeso
Ruolo del farmacista nel consiglio al cliente
Sinergia tra medico e farmacista nella gestione del paziente in sovrappeso


Evento organizzato nell’ambito della Scuola Permanente di Formazione in Attività di Preparazione voluta dalla Federazione Ordini Farmacisti Italiani, in collaborazione con Sifap e Fondazione Francesco Cannavò.
Il corso, dopo aver illustrato la normativa dei preparati veterinari allestiti in farmacia e la fisio-patologia degli animali da compagnia, presenterà le forme farmaceutiche più adatte alla somministrazione dei medicinali; ad ognuna sarà dedicata una sessione teorica ed una pratica nella quale tutti i partecipanti avranno

L’Europa si propone di armonizzare la preparazione dei medicinali in farmacia introducendo un percorso logico nell’allestimento dei preparati magistrali ed officinali e, riconoscendo l’importanza dell’attività di preparazione in relazione alle reali necessità cliniche del paziente, afferma che tutti i medicinali dovrebbero essere allestiti impiegando un idoneo sistema di assicurazione della qualità definito da una preliminare valutazione del rischio; inoltre stabilisce rigorosi controlli, procedure di allestimento e di conservazione della documentazione in larga parte sovrapponibili

Il valore terapeutico della Cannabis è stato riconosciuto a livello internazionale in importanti patologie: in Italia non sono ancora disponibili medicinali di origine industriale, per cui la preparazione magistrale può al momento colmare questa lacuna. Dopo una panoramica sulle possibilità terapeutiche riconosciute alla Cannabis, il corso illustra lo stato di attuazione in Italia dell’evoluzione normativa che ha reso legittimo l’utilizzo terapeutico dei medicinali a base di Cannabis. Vengono anche illustrate modalità prescrittive, acquisto e detenzione di tale principio attivo ad attività stupefacente, inoltre le modalità di allestimento delle forme farmaceutiche richieste.

News

Prontuario Galenico

Burlo

Per l'accesso è richiesta registrazione al portale Burlo

Ricerche

Associati SIFAP

mappaitalia