Etanolo diluito tra 60 e 70 % V/V 

Dilute Ethanols BP

Forma farmaceutica: Soluzione idroalcolica

Preparazione Officinale

Per 100 mL di Etanolo 60% V/V
acqua depurata 37 mL
Etanolo al 96 % V/V q.b a 100mL

Per 100 mL di Etanolo 70% V/V
acqua depurata 27 mL
Etanolo al 96 % V/V q.b a 100mL

Al fine di aumentare il tempo di contatto con la cute e rallentare l’evaporazione delle soluzioni sopra riportate è possibile impiegare agenti viscosizzanti quali ad esempio:
Idrossietilcellulosa preferibilmente media viscosità 1-1,2 %
Idrossipropilcellulosa 1%
Carbomer 0,5 - 0,8 % con poche gocce di trietanolamina
Carbossimetilcellulosa sodica 2 %
Idrossipropilmetilcellulosa 2 %
Sepigel 305TM 1 – 1,5 %

Modus Operandi
100 mL di Etanolo al 60 % V/V si ottengono con 37 mL di acqua depurata portando a volume con Etanolo 96 % 
100 mL di Etanolo al 70 % V/V si ottengono con 27 mL di acqua depurata portando a volume con Etanolo 96 % 

Al fine di aumentare il tempo di contatto con la cute e rallentare l’evaporazione delle soluzioni sopra riportate è possibile impiegare agenti viscosizzanti, nel caso dell’utilizzo di quest’ultimi ricordiamo di sottrare l’aumento di volume determinato al volume dell’acqua per non determinare una diminuzione di gradazione alcolica.

       GEL DI IDROSSIETILCELLULOSA

  1. Calcolare la quantità di ogni ingrediente necessaria per preparare la quantità richiesta.
  2. Selezionare i recipienti adatti a contenere la formulazione.
  3. Pesare esattamente e/o misurare il volume di ogni singolo ingrediente costituente il gel base, trasferirlo nel recipiente precedentemente tarato.
  4. Portare in sospensione la cellulosa nell’acqua (per ridurre i tempi portare la temperatura dell’acqua a circa 60 °C) sotto continua agitazione.
  5. Raffreddare sotto agitazione fino a completo sviluppo di viscosità.
  6. Incorporare l’etanolo nella base a temperatura ambiente per evitare l’eventuale evaporazione (per togliere eventuali grumi impiegare un agitatore meccanico per qualche minuto; in presenza di bolle d’aria lasciare riposare).
  7. Ripartire nel contenitore finale.
  8. Etichettare secondo NBP
  9. Eseguire i controlli come riportato nelle NBP.

       GEL DI CARBOMER

  1. Calcolare la quantità di ogni ingrediente necessaria per preparare la quantità richiesta.
  2. Umettare il carbossipolimetilene nella capsula con poca acqua (5%), triturando fino a scomparsa di eventuali grumi.
  3. Aggiungere la restante acqua sotto agitazione.
  4. Lasciare a riposo qualche ora per favorire la completa idratazione dei polimeri e la scomparsa dell’aria inglobata.
  5. Incorporare l’etanolo nella base a temperatura ambiente per evitare l’eventuale evaporazione
  6. Aggiungere trietanolamina (oppure una soluzione di sodio idrossido al 10%) goccia a goccia, mescolando bene senza agitazione fino ad ottenimento del gel, per evitare di includere permanentemente le bolle d’aria.
  7. Ripartire nel contenitore finale.
  8. Etichettare secondo NBP
  9. Eseguire i controlli come riportato nelle NBP.

       GEL con SepigelTM 305 [chimicamente costituito da poliacrilammide, C13-14 isoparaffina e alcool laurico-etossilato / PEG-7 lauriletere]

  1. Calcolare la quantità di ogni ingrediente necessaria per preparare la quantità richiesta.
  2. Pesare il Sepigel 305 in un recipiente
  3. Aggiungere lentamente l’acqua sotto leggera agitazione
  4. Aggiungere l’etanolo sotto leggera agitazione (per togliere eventuali grumi impiegare un agitatore meccanico per qualche minuto, in presenza di bolle d’aria può essere utile lasciar riposare)
  5. Ripartire nel contenitore finale.
  6. Etichettare secondo NBP
  7. Eseguire i controlli come riportato nelle NBP.

Etichettare                                  Secondo NBP

Data ultima di utilizzazione         25% del prodotto che scade prima, massimo 6 mesi

Avvertenze per l'uso                   Uso esterno

Frasi di rischio                            Tenere fuori dalla portata dei bambini

Controlli di qualità da eseguire   Secondo NBP

Bibliografia di riferimento            BP 2019

 

Procedura pubblicata sul Prontuario Galenico SIFO - SIFAP clicca QUI

News

Prontuario Galenico

Burlo

Per l'accesso è richiesta registrazione al portale Burlo

Ricerche

Associati SIFAP

mappaitalia