Grazie all'impegno di Fofi, che ha raccolto le aspettative delle associazioni di categoria, e alla disponibilità del Ministero della salute a costituire un tavolo tecnico, cui Sifap ha dato un contributo importante ai fini delle modifiche introdotte, consentendo anche lo stralcio dell’art. 2 della precedente stesura che imponeva il divieto "[...] a scopo cautelativo ai medici di prescrivere e ai farmacisti di eseguire preparazioni magistrali contenenti principi attivi finora noti per essere impiegati nelle preparazioni galeniche a scopo dimagrante, per i quali non esistono studi e lavori apparsi su pubblicazioni scientifiche accreditate in campo internazionale che ne dimostrino la sicurezza in associazione", è stato possibile raggiungere un accordo che ha ulteriormente modificato nel seguente modo il decreto che entrerà in vigore.

DM 31 marzo 2017
Modifiche al decreto del Ministero della salute 22 dicembre 2016, recante "Divieto di prescrizione di preparazioni magistrali contenenti il principio attivo sertralina" e disposizioni in materia di preparazioni galeniche a scopo dimagrante (Entrerà in vigore il giorno stesso della sua pubblicazione in GU)

Prevede il divieto per i medici di prescrivere e per i farmacisti di eseguire preparazioni magistrali a scopo dimagrante contenenti le seguenti sostanze medicinali, singolarmente, in associazione tra loro o singolarmente in due o più preparazioni per il medesimo paziente:

acido deidrocolico;
acido ursodesossicolico;
buspirone;
deanolo-p-acetamido benzoato;
d-fenilalanina;
fenilefrina;
fluvoxamina;
idrossizina;
L-tiroxina;
naltrexone;
oxedrina (sinonimo sinefrina);
pancreatina;
sertralina;
spironolattone;
triiodotironina;
zonisamide.

Il divieto è decaduto per: 1-(beta-idrossipropil) teobromina; 5-idrossitriptofano; aloe e.s. titolato; boldo e.s. boldina; bromelina; caffeina; cascara e.s. cascarosidi; citrus aurantium e.s. sinefrina; cromo; finocchio e.s.; fucus e.s. iodio totale; fucus vesciculosus estratto secco; guaranà e.s. caffeina; inositolo; L-(3 acetiltio-2(S)-metil propionil)-L-propil-L-fenilalanina; L-carnosina; pilosella e.s. vitex; rabarbaro e.s. reina; senna; slendesta; tarassaco e.s. inulina; te' verde e.s. caffeina; teobromina.

Inoltre per ogni preparazione magistrale contenente qualsiasi principio attivo prescritto a scopo dimagrante il DM stabilisce che:
- il medico indichi detta finalità nella ricetta,
- il medico ottenga il consenso informato scritto del paziente al trattamento medico,
- il medico specifichi le esigenze particolari di trattamento che giustificano il ricorso alla prescrizione estemporanea e le indicazioni d’uso,
- il medico trascriva un riferimento numerico o alfanumerico che consenta di risalire all’identità del paziente senza riportare le generalità dello stesso,
- il farmacista trasmetta mensilmente tali ricette in originale o in copia alla ASL di riferimento,
- l’ASL invii tali ricette al Ministero della salute per le opportune verifiche.

Cogliamo l’occasione per ringraziare il Ministero della salute per aver voluto il confronto ottenendo un risultato che riteniamo possa, per quanto ci riguarda, mettere fine al contenzioso amministrativo. 

News

Prontuario Galenico

POSTER sifo2

Per l'accesso è richiesta registrazione al portale Burlo

Ricerche

Associati SIFAP

mappaitalia